About me

20141220_154026 Benvenuto/a sul mio blog!

Io sono Chiara, traduttrice freelance di professione, nata a Roma sotto il segno dell’acquario (lo so, nessuno è perfetto). Abito nel cuore verde d’Italia, l’Umbria, ma il mio sogno è di vivere lavorando ovunque nel mondo, e spero un giorno di riuscire a realizzarlo.

Non sono quella che si definisce una ragazza convenzionale: non amo lo shopping, le borse e tanto meno i gioielli. Sono insofferente al matrimonio, alle feste comandate, al cartellino da timbrare in ufficio. Rifuggo il più possibile dalla routine e non mi arrenderò mai all’idea di una vita fatta di mutuo da pagare, domeniche a pranzo dai suoceri e passeggiatina al centro commerciale. Io inseguo la libertà, il cambiamento, l’avventura (l’ho già scritto che sono dell’acquario?).

Cosa mi piace? Mi piace l’odore di canfora quando tiro fuori la valigia. Mi piace spacchettare i pasti che servono sugli aerei. Mi piace controllare i prezzi dei voli su internet anche se non devo andare da nessuna parte. Mi piacciono le luci delle insegne a neon, quelle di Broadway e Shanghai. Mi piace camminare. Mi piace l’aroma di caffè che riempie la casa. Mi piacciono le foglie in autunno. Mi piace arrampicarmi sul punto più alto di una città (perché c’è sempre un punto più alto) e osservare la vita che scorre giù in fondo.

Ho deciso di aprire un blog per diversi motivi:

  • perché tutti oggi ne hanno uno;
  • perché scrivere è sempre stato il modo più facile per comunicare con gli altri e prima ancora con me stessa;
  • per fissare su carta i pensieri e i desideri dei miei trent’anni, e rileggerli un giorno, ottantenne, davanti a una minestrina calda;
  • perché negli ultimi tempi sono tante, troppe le cose che mi fanno arrabbiare, indignare, intristire, ma sono altrettante quelle che sanno ancora stupirmi ed emozionarmi, e avevo bisogno di uno spazio tutto mio dove incanalare questo groviglio di sentimenti, e magari condividerlo con qualcuno là fuori che la pensa come me.

Come mai ho scelto questo nome per il blog? 

Basta solo una scintilla è un verso di una poesia di Charles Bukowski, Scintilla, che in qualche modo riassume tutto ciò che sono, ciò che voglio e non voglio dalla vita, il mio anticonformismo, il mio andare contro le etichette, le convenzioni, contro quella lenta, sterile routine che molti chiamano vita, e che io chiamo sopravvivenza.

Sapevo che stavo morendo.
Qualcosa dentro mi diceva: continua così, muori, spegniti,
diventa come loro, accettalo.
E poi qualcos’altro dentro diceva: no, salva un pezzetto
minuscolo.
Non importa che sia molto, basta solo una scintilla.
Una scintilla può incendiare un’intera foresta.
Solo una scintilla. Salvala.

(C. Bukowski)

Se ne hai voglia, accendi una scintilla insieme a me.

Buona permanenza.

Un pensiero su “About me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...